Iscriviti! Accesso

Iswari SuperFood

Salute | Iswari ©

Stomaco E Digestione

Cos’è la digestione


La digestione è la prima fase della nutrizione degli esseri viventi. Si tratta di un passaggio fondamentale per la sopravvivenza, che consente di introdurre e trasformare i principi nutritivi in sostanze facilmente assimilabili dall’organismo. Queste sostanze, una volta ridotte in molecole più semplici, vanno a costituire le riserve energetiche dell’organismo e vengono anche utilizzate per mantenere la sua stessa struttura, come muscoli e ossa.

Per capire come funziona la digestione, dobbiamo prima di tutto dare un’occhiata al sistema digestivo o apparato digerente. Questo è composto da numerosi organi, che partono dalla bocca e interessano esofago, stomaco, duodeno, intestino, ma anche pancreas e fegato. Il tratto digerente comincia con la prima tappa della digestione: la masticazione che avviene nella bocca, e finisce, dopo aver trasformato le sostanze nutritive, con l’espulsione delle feci.

In sintesi, la digestione:

Trasforma il cibo in nutrimenti adatti all’assorbimento

Porta le sostanze nutritive in tutto il corpo

Elimina gli scarti



Digestione: come funziona


La digestione comincia nella nostra bocca: quasi il 70% del processo di trasformazione delle sostanze nutritive che introduciamo con il cibo, avviene nella prima fase. La masticazione, infatti, permette di sminuzzare gli alimenti per facilitarne l’assorbimento. Gli enzimi della saliva cominciano la trasformazione del cibo in molecole più semplici. Una corretta masticazione è fondamentale per un’ottima digestione.

In una seconda fase, il cosiddetto bolo alimentare, ovvero il boccone di cibo masticato e amalgamato con la saliva, viene deglutito e passa attraverso l’esofago, che si coordina con lingua, laringe e faringe per non interrompere la respirazione. Contraendosi, l’esofago fa passare il bolo alimentare nello stomaco. 

Una volta entrato nello stomaco, si passa alla digestione vera e propria. Prima di mangiare, i nostri sensi comunicano al cervello che è il momento di nutrirsi. Scattano quindi la sensazione della fame e lo stomaco inizia a secernere i primi succhi gastrici, per poter accogliere il bolo alimentare e digerirlo. Una volta arrivato nello stomaco, il cibo viene parzialmente smembrato dai succhi gastrici per circa un’ora. Solo a quel punto il bolo passa nel duodeno, per poi arrivare all’intestino.



Digestione: perché è fondamentale digerire bene


La digestione è al centro del funzionamento del nostro organismo. Digerire bene è fondamentale per fornire a tutti gli organi il nutrimento di cui necessitano per sostenere la nostra vita. Un malfunzionamento a qualsiasi livello della digestione può portare a problemi di salute piccoli o grandi di vario tipo. Masticare poco e troppo velocemente può rallentare la digestione e provocare gonfiore, gas intestinali, dispepsia, mal di stomaco, ma anche un limitato assorbimento dei nutrienti.

Un’eccessiva produzione di succhi gastrici può provocare acidità di stomaco, bruciore di stomaco e mal di pancia, fino ad arrivare alla gastrite e il reflusso o all’infiammazione di organi come l’esofago. Uno dei più comuni sintomi della cattiva digestione o di una digestione lenta (chiamata anche dispepsia) è tuttavia la sonnolenza, la stanchezza, la pesantezza di stomaco e l’alitosi, dovuta anche alle frequenti eruttazioni.



Digestione difficile e mal di stomaco: quali sono i sintomi?


Una digestione lenta e difficile è un fenomeno molto comune e spesso passeggero. Tra i principali sintomi figurano:

Mal di stomaco

Gonfiore addominale

Crampi 

Sonnolenza

Stanchezza

Pesantezza di stomaco

Aerofagia

Flatulenza

Acidità di stomaco

Nausea

Vomito.



Cattiva digestione: le cause della dispepsia


Sono moltissimi i fattori che influenzano la digestione. Le cause di una digestione lenta possono essere:

Uso di alcuni medicinali

Intolleranze alimentari

Obesità

Sedentarietà

Cattiva circolazione

Infezioni batteriche o infiammazioni allo stomaco

Stress

Alimentazione scorretta o eccessiva



Digestione lenta e mal di stomaco: rimedi naturali


La stragrande maggioranza delle volte la cattiva digestione e il conseguente mal di stomaco dipendono da un’alimentazione poco curata. Mangiare troppo, mangiare subito prima di andare a letto, mangiare cibi confezionati, fritti, pesanti o eliminare alcuni gruppi di nutrienti sono spesso le cause più frequenti di una digestione difficile. Ecco quali sono i migliori rimedi naturali per una buona digestione:

Temperatura: tutte le fasi della digestione richiedono calore. Per questo è consigliabile mangiare e bere sostanze a temperatura ambiente, o meglio a temperatura corporea, tra i 36 e i 38 gradi. Da evitare assolutamente bevande ghiacciate o bollenti.

Masticazione: masticare lentamente e sminuzzare accuratamente i bocconi di cibo è centrale per poter ridurre il carico di lavoro allo stomaco e facilitare la digestione.

Non mangiare troppo

Evitare frutta e dolci a fine pasto

Fare un po’ di movimento

Usare le spezie in cucina, come curcuma, anice, cumino, finocchio e zenzero che stimolano la digestione

Aiutati con alcune tisane, come quella alla liquirizia o all’anice



Cattiva digestione: cosa mangiare


L’alimentazione è un fattore fondamentale per una buona digestione. Ecco cosa mangiare e cosa evitare:

Evita caffè, alcol e fumo 

Non mangiare fritti

Evita le lunghe cotture o i piatti molto complessi

Evita i grassi saturi e trans

Comincia il pasto con verdura fresca cruda, come il finocchio

Condisci gli alimenti con olio extravergine d’oliva o olio di canapa

Cuoci gli alimenti brevemente, evitando le alte temperature

Mangia fibre, carboidrati complessi e grassi buoni nelle giuste quantità

Assicurati di introdurre abbastanza vitamina B, essenziale per la digestione



I migliori superfood per digerire bene e per lo stomaco 


Anche i superfood possono facilitare la digestione e evitare il mal di stomaco. Ecco l’elenco dei migliori:

Risveglio di Buddha: tutta la nostra gamma di colazioni istantanee Risveglio di Buddha fornisce il giusto apporto di vitamine e sali minerali, fibre, proteine e grassi per stimolare la digestione. Il grano saraceno offre un grande apporto di fibre, che nutrono i batteri buoni dell’intestino.

Avena Germogliata: la nostra gamma di super avene per la colazione offrono un ottimo apporto di fibre, che stimolano la digestione e apportano la preziosa vitamina B. L’avena è da sempre conosciuta per le sue proprietà digestive!

Curcuma e Pepe Nero: una spezia preziosa come l’oro, non a caso è dello stesso colore! Aiuta la digestione e disinfiamma lo stomaco. Ci abbiamo aggiunto un pizzico di pepe nero, perché la piperina è la sostanza che attiva la curcumina, il principale principio attivo della curcuma.

Semi di Chia: sono in grado di assorbire grandi quantità di acqua e possono aiutare a combattere la stitichezza, uno dei problemi più frequentemente legati alla cattiva digestione.